Skip to main content
  1. Home >
  2. About Fujitsu >
  3. Case Studies >
  4. Case Studies Italia

Case Studies Italia

Scopri cosa ha fatto Fujitsu per i suoi clienti e partner

Fujitsu offre soluzioni per i problemi IT più complessi. Dai un'occhiata alle nostre case studies per scoprire i risultati raggiunti insieme da Fujitsu e dai suoi clienti.
  • Apoconerpo
    Flessibilità, efficienza, ridondanza, sicurezza: Fujitsu Technology Solutions ed EMC rivoluzionano i Sistemi Informativi dell’azienda
  • Comune di Roma
    In coincidenza con il quadriennale rinnovo del contratto di fleet management e del conseguente bando di gara, il Comune di Roma ha deciso di censire in modo puntuale il proprio parco di personal computer e stampanti. La visione consolidata dell’installato è alla base di un processo di monitoraggio e assistenza fondato sulle best practice ITIL® (ITIL® is a Registered Trade Mark of AXELOS Limited).
  • Comune di Vicenza
    Anagrafe, sistemi cartografici, digitalizzazione dei flussi documentale, paghe, lotta all’evasione fiscale. Questi sono alcuni degli ambiti nei quali il Comune di Vicenza ha avviato un processo di profonda innovazione, costruito su un impiego efficiente delle risorse IT.
  • Croce Rossa ItalianaOpen a new window
    Aumentare la flessibilità delle infrastrutture tecnologiche pur riducendo I costi, garantendo la possibiiltà in prospettiva di migrare a nuovi ambienti operativi comprendenti sia server virtuali che fisici
  • Duka
    Sostituzione e ampliamento dell’infrastruttura del data center, in funzione delle nuove esigenze aziendali, con soluzioni di virtualizzazione a supporto della parte server e storage.
  • Engineering
    Per le società del gruppo e per i clienti gestiti in outsourcing le potenzialità della virtualizzazione applicata a PC e server
  • Esa
    Razionalizzare e consolidare il parco server, riducendo il numero dei server e creando un’infrastruttura più snella e più facile da gestire
  • Giochi del Mediterraneo
    Per le società del gruppo e per i clienti gestiti in outsourcing le potenzialità della virtualizzazione applicata a PC e server
  • Il Sole 24 oreOpen a new window
    Realizzare in solo due mesi una nuova infrastruttura IT, in grado di assicurare un’erogazione continuativa dei servizi offerti agli utenti online e mobile, oltre che un efficiente processo di gestione e backup dei dati.
  • Istituto Storico Germanico di Roma
    Per l’Istituto Storico Germanico di Roma, il lavoro di ricerca rappresenta il centro di tutta la propria attività. Da alcuni anni è stato avviato un processo di creazione di banche dati multimediali utili per divulgare i progetti realizzati. Questi sviluppi hanno posto un problema di razionalizzazione necessario per contenere i costi.
  • KÜNZI S.p.A.
    Per un’azienda come KÜNZI, il sistema gestionale rappresenta il cuore di un business costruito, in buona misura, su un cospicuo volume di documenti amministrativi e contabili legati ai rapporti con partner commerciali corrispondenti a circa 14.500 anagrafiche. L’obsolescenza della soluzione applicativa e dell’hardware collegato, ma soprattutto l’esigenza di produrre analisi più dettagliate in tempi rapidi, ha spinto l’azienda alla decisione di migrare verso l’ambiente SAP BusinessOne su piattaforma HANA.
  • Lombardia Informatica
    Negli ultimi anni, Lombardia Informatica ha perseguito un’evoluzione verso sistemi aperti, che oggi deve coniugarsi con una necessaria razionalizzazione degli ambienti. Il progetto di consolidamento e virtualizzazione porta con sé esigenze di recupero degli spazi, continuità nel rilascio dei servizi e risparmio sui costi di acquisto e gestione dei prodotti IT.
  • Ministero del Lavoro
    ETERNUS CS200c Powered by Commvault aiuta Novamont a raggiungere i target di efficienza
  • Novamont
    Ammodernare l’infrastruttura IT, consolidando e centralizzando i servizi, e implementare soluzioni in grado di garantire accesso remoto alle applicazioni business
  • Provincia di Bologna
    La Provincia di Bologna ha avviato un processo di revisione tecnologica costruito sulla virtualizzazione, che dal data center si sta estendendo alle postazioni-utente. L’obiettivo principale del progetto è l’incremento della qualità dei servizi IT, sia in termini di prestazioni che di affidabilità, riducendo sensibilmente i costi di gestione informatici dell’Ente.
  • Publiacqua
    Publiacqua ha avviato un processo di revisione tecnologica per la realizzazione di un ambiente di Business Intelligence flessibile, veloce e funzionale all’ottimizzazione dei processi aziendali. L’obiettivo principale del progetto è quello di consolidare sotto un’unica architettura tecnologica di datawarehouse, reporting operativo e direzionale e pianificazione strategica, per un numero di utenti sempre maggiore.
  • SogeMi
    SogeMi lavora con circa 220 aziende, che si servono degli spazi messi a disposizione per commercializzare la propria merce. I dati legati alla contrattualistica, alla mappatura degli spazi occupati o al controllo degli accessi rappresentano il patrimonio da salvaguardare per l’azienda e la loro conservazione richiede efficienza e alti livelli di automazione.
  • TNT
    L’azienda aveva la necessità di iniziare il processo di consumerizzazione, implementando in azienda terminali che fossero in grado di integrarsi perfettamente con l’infrastruttura IT e rappresentare dei veri e propri strumenti di lavoro professionali in situazione di mobilità.
  • Umbria TPL
    Nel 2010 ha preso corpo Umbria TPL e Mobilità, nuova azienda regionale per il trasporto pubblico su gomma e rotaie, nata dall’accorpamento di quattro preesistenti realtà territoriali. Omogeneizzazione di risorse in partenza molto differenti fra loro e integrazione applicativa sono le principali sfide affrontate a livello IT.
  • Università Cattolica del Sacro Cuore
    Università Cattolica negli ultimi anni ha avviato un processo di innovazione dei servizi e dei processi interni mirato ad aumentare l’agilità e la competitività dell’Ateneo in un mercato sempre più concorrenziale. Il rinnovamento dell’infrastruttura IT, i suoi processi di governance e la garanzia del livello di servizio sono le solide fondamenta per lo sviluppo IT futuro, per il successo del cambiamento strategico e per la differenziazione dell’offerta rispetto ai competitor.
  • Università Mediterranea di Reggio Calabria
    Negli ultimi anni, l'istituto ha promosso nuove linee di ricerca, soprattutto nell'ambito delle tecnologie agrarie e, sull’onda dei temi trattati da Expo 2015, ha dato vita a un’infrastruttura di ricerca sul modello europeo denominata Saf@med, il cui ambito tematico è riconducibile all’influenza dei cambiamenti climatici sulle produzioni agricole e agroalimentari, nonché sulla loro sicurezza. Le stime di impatto operativo dell’infrastruttura, sia sul territorio di appartenenza quanto sulla comunità scientifica internazionale. hanno reso necessario un impegno straordinario della struttura IT dell’ateneo, che, per dare risposte adeguate, ha provveduto a razionalizzare le risorse del data center, adattandole alle esigenze dell’infrastruttura.